Chi Siamo

LE RADICI

Una storia lunga tre generazioni. È la storia dell’impresa funebre “Gennaro Tammaro”, dal 1952 vero e proprio punto di riferimento per i servizi di onoranze funebri e cimiteriali napoletani e campani. Sono passati 70 anni da quando il decano della famiglia, Gennaro Tammaro, alzò la saracinesca della storica sede di via Giacinto Gigante, nella zona collinare della città partenopea, rivoluzionando il modo di intendere l’impresa funebre puntando su professionalità nel settore e guardando a un futuro diverso, con l’intuizione che anche in un settore all’apparenza blindato alle novità si potesse guardare innovando.

L’AZIENDA
Questo modo di intendere l’impresa funebre è stata ereditata dai discendenti e ora, alla guida dell’azienda di famiglia, Gennaro Tammaro e i suoi fratelli declinano il concetto di azienda guardando alla sostenibilità, alla responsabilità sociale e al territorio, non facendo mancare di sentire la propria qualificata voce come osservatore privilegiato da un punto di vista amministrativo e politico (non a caso, la Tammaro è stata tra le fondatrici e fino allo scorso anno membro del sindacato EFI – Eccellenza Funeraria Italiana e oggi sta costruendo una rete di stampo associazionistico sul territorio per proseguire l’opera di interlocuzione con le istituzioni cittadine e regionali) (1).

IL PRESENTE

Oggi, la Tammaro Gennaro (certificata ISO 9001) è una realtà che dà lavoro diretto a oltre 15 dipendenti regolarmente formati con precisi percorsi qualificanti di formazione professionale. La Tammaro Gennaro ha quattro sedi sul territorio (nei quartieri di Bagnoli, Fuorigrotta e Arenella a Napoli e una sede a Pozzuoli) e opera in tutto il territorio regionale.
La Tammaro Gennaro Onoranze Funebri vanta inoltre assegnazioni e partnership con alcuni fondamentali stakeholder come Procura di Napoli (ditta affidataria), Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli (cd. I Policlinico di Napoli) e i Comuni di Napoli, Marano e Pozzuoli.

LA QUALITA’

La Gennaro Tammaro è da sempre sinonimo di qualità per chi la sceglie. Oltre ad aver investito su un capitale umano formato ad essere empatico e professionale in situazioni che richiedono una delicatezza e una competenza oltre l’ordinario, da sempre l’azienda cerca di essere un polo pronto a rispondere ad ogni esigenza del difficile momento del commiato offrendo un’ampia gamma di servizi che vanno dal trasporto all’allestimento della camera ardente, dalla vestizione alla cremazione.

L’IMPEGNO

La Tammaro Gennaro crede inoltre che un’impresa non debba limitarsi a creare valore economico ma deve contribuire alla crescita della comunità che la ospita, in termini di sensibilizzazione e diffusione della cultura della sostenibilità.
Non è un caso che la Tammaro Gennaro investe da oltre dieci anni in un proprio ufficio stampa e abbia portato avanti una serie di campagne e iniziative volte a imprimere una svolta green e ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente delle operazioni cimiteriali.
La Tammaro Gennaro è stata la prima impresa campana ad adottare soluzioni come l’Urna di Sabbia (idrosolubile e a impatto zero per la dispersione delle ceneri in mare) (2a) e l’Urna Bios che diventa un albero (2b). Non solo, ma è stata anche tra le prime agenzie nel napoletano a dotarsi di un parco bici per i dipendenti (3).

L’INNOVAZIONE

Rispettare la sacralità della morte ma al contempo avere il coraggio di portare innovazione è la sfida che porta avanti la terza generazione di Tammaro. Senza aver “paura della morte” i vertici dell’azienda hanno intercettato il cambiamento necessario anche in un settore che poco si presta a mettersi in discussione, e oltre ai già citati prodotti green si annoverano altre mini-rivoluzioni in un territorio che da sempre vive un rapporto quasi guasconesco con la Vecchia Signora. Un esempio sono le urne-quadro da appendere al muro (4). Gennaro Tammaro è anche l’azienda che ha portato a Napoli e in Campania la cremazione certificata (5), attraverso un ciondolo ignifugo unico e un processo che permette – contro ogni riprovevole truffa di cui purtroppo negli anni gli italiani hanno avuto notizia – di certificare oltre ogni dubbio l’appartenenza delle ceneri al caro estinto. Durante le prime battute dell’esplosione della pandemia Covid, la sensibilità innata che contraddistingue l’azienda ha portato la Gennaro Tammaro a dotarsi – tra le prime in Campania – di sistemi di trasmissione live video dei funerali per permettere durante le fasi di isolamento di poter offrire la possibilità di salutare, anche se in remoto, il proprio caro e ha usato i canali social per trasformare le affissioni funebri in digitali (6).

Cordialmente,
Gennaro Tammaro Onoranze Funebri

Rif:
(1) Repubblica: Pericolo a Poggioreale:
Ansa: Cimiteri, custodi rubate fioriere:
Fanpage: Napoli, inaugurato forno crematorio col morto:
Il Roma: Caro morto, il Comune fa cassa: 
(2a) Dal Sociale 24: Dispersione ecosostenibile delle ceneri: 
(2b) Today.it: A Napoli arriva l’urna ecosostenibile:
(3) Il Denaro: Napoli svolta green dell’impresa funebre:
(4) Leggo.it: Dal culto dei morti ai morti cult, il defunto riposa nel quadro:
(5) Il Mattino: A Napoli arriva il cuore d’acciaio contro le false cremazioni:
(6) F-Mag: Gennaro Tammaro, l’impresa funebre guarda al digitale:

Call Now ButtonChiama H24